Il buio dentro di Antonio Lanzetta - La corte editore

July 22, 2019

 

Antonio lo conosco di vista da anni e da anni mi sento ripetere dagli “addetti ai lavori” che è molto bravo, ora posso confermarlo anche io. Il buio dentro è un bellissimo romanzo che merita il mio plauso. Tutti gli ingredienti sono al posto giusto nelle giuste dosi. La narrazione è accattivante e i continui flashback incollano il lettore alle pagine perché la storia è celata, non precorribile, svelata con sapienza passo dopo passo. L’ambientazione è perfetta: piccolo paese, mafia che incombe, omicidi in epoche diverse, suspense, polizia che indaga, indagini private, un protagonista che manca dal tempo passato al presente per lungo tempo (che fine avrà fatto ? la domanda ti ronza in testa…) … tutti ingredienti che fanno il piatto ricco.

 

“il sudore della caccia, della morte, gli inondava il volto. Ma questo Sara non poteva saperlo”

 

Il protagonista è Damiano che troviamo sia in un presente in cui è uno scrittore con deficit fisici che in un passato in cui è un giovane atleta e la curiosità di scoprire cosa gli sia successo aggiunge sapore alle vicende. Lanzetta fa muovere i suoi personaggi in un mondo reale piacevolmente complesso, i personaggi secondari sono molti e questo è ottimo perché aumenta il numero di sospettabili e crea indeterminazione (odio i gialli con tre personaggi in cui sapere chi è l’assassino è quasi ovvio). Penso però che il merito più grande dell’autore sia di avere dato vita alle mille sfumature di ogni personaggio.

 

“tuo nonno è uno che risolve i problemi…”

 

Forse la storia non è particolarmente innovativa, in un mondo in cui serie televisive poliziesche spopolano quasi tutti i serial killer dopo “criminal minds” non hanno più nulla di così sorprendente, ma il bello secondo me è la sapienza con cui questa vicenda viene raccontata.

 

“una volta il vecchio gli aveva detto che erano fatti allo stesso modo. Loro si portavano il buio dentro."

 

Trama e ordito filano lisci come l’olio nonostante la complessità per nulla banale. Ottimo il fatto che anche la narrazione non sia appesantita da lunghi dialoghi o descrizioni, uno stile che mi piace molto.

 

“non aveva provato quello che noi cerchiamo. La sofferenza è il vuoto, e il vuoto è potere”

 

Il finale è emozionante nonché soddisfacente, mi manca all’appello però la storia del cattivo ( ma l’autore mi dice che è parte del secondo libro ), forse leggermente sbrigativo rispetto alla costruzione avrei preferito una chiusura più completa (anche se essendo una trilogia è in pratica una specie di finale di stagione..).

 

“hai ragione, sono lo Sciacallo. Io non dimentico.”

 

Super consigliato a chi ama i thriller ma comunque in generale a chi ama i libri scritti bene.

 

Please reload

Featured Review

Salto 2019

May 16, 2019

1/1
Please reload

Tag Cloud
Please reload

© 2016 Animadidrago.it. Proudly created with Wix.com

  • Facebook B&W
  • Twitter B&W
  • Google+ B&W
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now