Firenze comics 2018

January 24, 2018

Con la nuova variante di valico il tratto Bologna-Firenze è veramente piacevole e veloce. Appena usciti dal casello di Firenze è lampante che i limiti vanno rispettati non per i velox non per la polizia ma per le strade piene di buche che paiono burroni.

 

Firenze comics è in periferia e per arrivarci bisogna attraversare paesini con strade che obbligano il senso alternato (e questa volta non è il navigatore che mi fa prendere stradine alla straminchia come suo solito per risparmiare 10 metri …).

 

Lo Spazio Reale è un bel complesso moderno in mezzo al nulla (ad esclusione del cimitero di fronte che crea comunque una discreta atmosfera…) diviso su più piani.

 

 (location ideale per Walking dead)

 

Arrivo in perfetto orario ma dopo un giro di perlustrazione mi accorgo che di tavoli liberi non ce ne sono a disposizione il che mi fa rabbrividire, ma siamo in due a “piedi” e la cosa minimante mi consola anche perché gli organizzatori mi sembrano attivi. Ci vorrà un ora e mezza perché compaia il tavolo che io e Chiara (autrice di fumetti) dobbiamo dividercelo perché non c’è altra soluzione. Siamo in quattro a vendere libri fantasy all’interno della sala autori(e altri tre al pian terreno) il che non promette bene: quando c’è troppa offerta e poca domanda solitamente son dolori.

 (sala autori su per le scale, espositori in palestra)

 

Il sabato invece passa piacevole (ottima compagna degli altri espositori) con discrete vendite e persino la prima tripletta della mia vita.

 

(prima tripletta, io adoro quel ragazzino!) 

 

Devo dire che la fiera è ben organizzata e il sole aiuta l’afflusso di gente, molti cosplayer di ottima fattura e molti eventi attirano parecchia gente. La sera, dopo lauta cena (al Burger King), mi ritiro a riposare nell’albergo scelto su internet per il minor prezzo possibile che si rivela adeguato … una bettola infame costruita negli anni sessanta e mai più rimodernata ma almeno le lenzuola si rivelano pulite, vi risparmio i dettagli sui rumori che hanno allietato la mia nottata.

 

 (la saggezza dei birrai)

 

La domenica arrivo talmente presto che in pratica apro i cancelli con l’organizzazione. La fiera si riempie man a mano che il sole torna a splendere ma io non combino nulla, zero, e visto che quando non vendo la prendo sempre bene inizio a deprimermi toccando il fondo quando inizia in sala una conferenza sui costumi fatti in casa per diventare cosplayer ma quando  la relatrice impiega dieci minuti solo per spiegare come si applicano le lenti a contatto decido di fare un giro per rilassarmi e non urlare (la conferenza blocca di fatto per un’ora il flusso di persone al banco…).

 

 (piegare il lato Q sulla spirale y1 e infine dipingere... facile!)

 

Al ritorno ho la gioia di ricevere due disegni eseguiti dal maestro Daniele Procacci per i miei bimbi e questo cambia la giornata, inizio finalmente a vendere fino alle sei e mezza quando decido di fare rotto verso casa.

 

Bilancio più che positivo spero di tornare anche l'anno prossimo.

Please reload

Featured Review

Salto 2019

May 16, 2019

1/1
Please reload

Tag Cloud
Please reload

© 2016 Animadidrago.it. Proudly created with Wix.com

  • Facebook B&W
  • Twitter B&W
  • Google+ B&W
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now