© 2016 Animadidrago.it. Proudly created with Wix.com

  • Facebook B&W
  • Twitter B&W
  • Google+ B&W

Il carnevale delle anime di Alessio Banini - Plesio

February 14, 2019

 

 

Passione: 9 “Incalzante”

Originalità:  9,5 “Idea nuova”

Creazione del mondo: 9 “Ricercata”

Caratterizzazione personaggi: 9,5 “Impeccabili”  

Trama e Intreccio: 9 “Una piacevole scoperta”    

Incidenza del Fato: Medio-bassa

Copertina: 9 “Perfetta”

Finale: 9 “Godevole”

Stupidincipit

Rashid è un giovane sbruffone che crede di poter manipolare i fili del destino secondo la sua volontà. Poi si sposa e i suoi poteri svaniscono...

 

Recensione

Non pensavo che questo libro incontrasse tanto i miei gusti, devo ammettere che Banini mi ha conquistato. Solitamente la parola Angeli mi fa storcere il naso, sono fra le creature magiche che meno mi attraggono ma questo romanzo mi ha sorpreso perché l’autore è riuscito ad andare oltre alla banale concezione che molti altri usano stereotipatamene noiosa. La storia ha tonalità di giallo che la rendono accattivante e interessante, attrae e conquista pagina dopo pagina. Devo ammettere che lo trovo uno dei migliori libri della Plesio senza ombra di dubbio. Quello che però lo rende veramente speciale è il protagonista: Rashid. I suoi “poteri” speciali di concezione veramente originale e narrati in maniera superba ovvero con una naturalezza che rende il tutto credibile senza bisogno di apparire spudorato.

Alterare le probabilità e permettere che gli eventi desiderati accadano più facilmente.

Rashid è un antieroe stupendo, sviluppato con grande intelligenza narrativa, un protagonista che “umano” che commette errori e rimedia come può ai casini in cui si ficca, dal carattere indomabile e con una crescita sontuosa. Non ho trovato sbavatura alcuna nemmeno nei personaggi secondari, ognuno indipendente e ben caratterizzato. Il fanatismo (sia da una parte che dall’altra) è reso talmente bene da renderne angosciante (in senso buono) la lettura.

Sconvolgi le certezze degli uomini e sconvolgerai le loro vite. E uno dei primi nodi che ho scoperto.

La trama è ben sviluppata mediante le indagini che l’inusuale manipolo di investigatori è chiamata a svolgere. Ottimo il fatto che tutti i personaggi si muovono creando e innescando reazioni sulla trama. Le vicende personali dei protagonisti sono un contorno molto ben sviluppato.

Ogni uomo è una spada, e ogni spada è adatta in certe condizioni. A volte, è preferibile tenerla nel fodero.

L’incidenza del fato è medio-bassa (se accettiamo i poteri di Rashid come tali) se non fosse che ogni tanto pure Banini muove qualche filo per forzare gli eventi.

Se pensi che possa rischiare la mia vita per prendervi in giro, sei tu il pazzo.

La copertina è stupenda, richiama benissimo il discordo delle maschere sia quelle reali indossate dai soldati sia quelle metaforiche dei personaggi.

Non mi aspettavo questo filo. Ma sembra più grande di tutti gli altri … dove porterà?

Il finale è incalzante, forse non sorprendente (me l’aspettavo) ma non per questo meno godevole e sviluppato in maniera impeccabile. Con l’epilogo invece mi ha positivamente sorpreso.

​​

Consigliato a tutti, un romanzo che non può mancare nella vostra libreria.

Please reload

Featured Review

Salto 2019

May 16, 2019

1/1
Please reload

Tag Cloud
Please reload

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now