© 2016 Animadidrago.it. Proudly created with Wix.com

  • Facebook B&W
  • Twitter B&W
  • Google+ B&W

Cherry Fox: Braccati di Eleonora Pescarolo - Adiaphora Edizioni

August 31, 2018

 

Passione: 7,5 “Piacevole”

Originalità:  6  “Nulla di nuovo”

Creazione del mondo: 5,5 “Carente”

Caratterizzazione personaggi: 7,5 “Coerenti”  

Trama e Intreccio: 7 “Bello l’inganno temporale” 

Incidenza del Fato: Alta

Copertina: 8 “Dinamica”

Finale: 6 “Doveva proseguire”

 

Stupidincipit (l’inizio del romanzo riscritto in maniera ironica)

 

Vaghi per lo spazio in cerca di pace dopo la fuga da una vita da schiava ma, aimè, tutti i distributori hanno finito le sigarette lasciandoti perennemente incazzata e nervosa. L’universo è grande e nascosta in uno spazioporto pensi di essere al sicuro da ogni minaccia ma all'improvviso le luci si spengono e il telefono squilla. Rispondi con un brutto presagio in mente che si realizza quando senti la voce che ti tormenta da anni: signola vollebbe tolnale in vodafone? Non ti resta che cercare un nuovo pianeta su cui nasconderti.

 

Recensione:

 

Cherry Fox: Braccati è una piacevole avventura fantascientifica che richiama alla mente lo scanzonato contrabbandiere di guerre stellari Han Solo però in versione femminile. Braccati è l’inizio di una saga promettente piena di avventura. Personalmente non amo le saghe ma strutturare l’opera in più volumi può essere un buon espediente per fidelizzare il lettore. Purtroppo il finale “di stagione” in questo caso è deludente perché non porta ad un punto di piacevole interruzione. L’inizio dell’avventura è narrato in due prequel venduti a parte che, spero, la CE abbia la voglia di includere in un unico volume per dare un inizio più strutturato. Molto piacevole e inaspettato il trucco temporale usato dall’autrice nella narrazione che inganna il lettore. L’avventura è dinamica e intrigante anche se senza svolte inaspettate.

 

“La tua ricerca è finita. Sono io la Volpe che stavi cercando.”

 

I personaggi sono piacevoli Ireen, la nostra contrabbandiera, ha un passato “da scoprire” strada facendo condito da delle valide motivazione oltre ad una reputazione da “dura” niente male. Interessante e “nuova” la storia della bambina peccato non arrivarci in fondo. Migliorabili i personaggi di contorno che cadono troppo in cliché.

 

“Io sento il cristallo che custodisci. La Sirena non è come gli altri microcristalli. Lei canta.”

 

I mondi creati sono carenti perché quando leggo fantascienza mi aspetto di vedere mondi e forme di vita a me sconosciuti che magari ragionino in maniera non canonica. Mi spiego visto che ho dato un voto basso: non basta elencare nomi stani e congreghe - organizzazioni misteriose per creare un universo succoso e credibile bisogna riga dopo riga lasciarlo vivere al lettore. In questo caso non ho avuto questa sensazione. Mi può stare bene che le razze siano umanoidi (è una scelta possibile) ma andava spiegata, vissuta sulla pelle dei protagonisti come ad esempio è stato fatto ottimamente per il discorso dello schiavismo o come è stato fatto in maniera migliore sull’uso della tecnologia (ed esempio la misteriosa Sirena è intrigante, l’occhio biometrico, le maschere olografiche). Lo stesso mischiare con oggetti terrestri mi ha straniato “sigarette” “trasfusioni” “siringhe di adrenalina” sono tutte cose che inconsciamente mi riagganciano al presente e che con poco sforzo di potevano eliminare.

 

«Prenditi quelle fottute sigarette. Ma non ripresentarti più, razza di squilibrata!»

 

L’incidenza del fato è alta: sembra fin troppo facile trovare chi cerchi nell’universo.

 

“Prima o poi mi lascerai mettere le mani su quella classe Cherry, vero?”

 

La copertina è azzeccata e trasmette l’idea di dinamismo del romanzo.

 

“Non hai idea di quanto avrei voluto lasciarti io quelle cicatrici sul viso.”

 

Il finale, come già detto, arriva troppo presto e lascia il lettore in attesa del prossimo episodio. Questo da una parte crea voglia di proseguire, dall'altra delude. Personalmente quando leggo un libro voglio che abbia una fine.

 

“Finché il vostro padrone sarà in vita, lei rimarrà sempre Na’ra . E tu sarai sempre K o’rar” .

 

Devo segnalare una cura nella fattura veramente alta complimenti alla casa editrice.

 

Consigliato a chi ama le serie (penso siano almeno 5 volumi) e a chi ama le avventure spaziali.

Please reload

Featured Review

Salto 2019

May 16, 2019

1/1
Please reload

Tag Cloud
Please reload

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now