© 2016 Animadidrago.it. Proudly created with Wix.com

  • Facebook B&W
  • Twitter B&W
  • Google+ B&W

Libri in cantina 2017 - Susegana

October 9, 2017

Libri in cantina è il momento più bello dell’anno, la fiera che più mi piace. Sarà la location meravigliosa, sarà l’enorme afflusso di persone interessate nonostante la pioggia (tre anni su tre), sarà l’hotel 4 stelle dove alloggiamo… non so come spiegarvelo ma io l’adoro.

 

Arrivo al Sabato mattino talmente presto che devo aspettare l’apertura del Castello e affronto la salita (con il mio unico pacco) a piedi essendo la navetta ancora inattiva. Per chi non c’è mai stato la salita al castello è una ratta di 500 metri con tornante e pendenza del 35% ogni tanto una sosta è d’obbligo per ammirare la bellezza del panorama e del castello stesso oltre che necessaria per evitare l’infarto. Il mio ormai fedele compagno Sciatt arriva anche lui puntuale dopo essere passato in cantina a fare scorta di prosecco (utile alla stesura del suo nuovo libro). 

 

Si parte forte con la presentazione di Thomas De Faveri e la sua Bestia dell’Apocalisse che nonostante l’orario infimo delle 14:30 ottiene un risultato degno di applausi (vincerà anche la giornata come vendite). Il pomeriggio è piacevole per le tante chiacchere (arriva anche Angela Scalia) e chiudiamo a 10 libri venduti che per un Sabato non è né male ne bene. Alla sera io e Sciatt ci concediamo cena in posto conosciuto dove i piatti sono abbondanti e la birra scorre a fiumi prima di chiuderci in albergo (ognuno nella sua stanza eh… già la cenetta di “coppia” era al limite dell’omosessualità…). A colazione mangiamo il minimo, giusto due cosette, per saltare il pranzo insomma e per far si che la salita al castello sembri molto più ripida. Il mattino ha davvero l’oro in bocca e vendiamo in un’ora molto di più dell’intero sabato, Sciatt è riposato e sembra una macchina da vendita (saranno 12 i “quattordici giorni” a fine serata, vincitore di giornata e di fiera). Io sono molto bravo (si me lo dico da solo)  e vendo un sacco di libri ma non i miei, questo mi fa piacere perché ormai conosco bene il catalogo e riesco ad abbinare bene libri-persone ma quando non vendo i miei ecco, diciamolo, un po’ mi girano… Saranno oltre 20 i diversi titoli venduti segno che il catalogo è valido e vario. Stiamo lavorando bene insomma.

 

Poi succede, un fulmine ciel sereno, si avvicina un signore ed esclama “Sei te Saguatti?” Sta sorridendo quindi non mi nego “Ho comprato il tuo libro l’hanno scorso, erano anni che non leggevo fantasy e tu mi hai fatto tornare la voglia” compra il secondo Stoneland mentre io ancora sono inebetito dalla gioia. Intanto il pubblico cambia ringiovanendo io inizio a vendere bene anche Stoneland1 (saranno 11 alla fine) e poi succede di nuovo… due ragazzini accompagnati dai genitori  “abbiamo comprato il tuo libro l’anno scorso e abbiamo visto che è uscito il secondo per cui siamo venuti per la dedica”. Non ho pianto perché sono adulto.

 

 

Sciatt mi saluta per tornare a casa durante il momento di maggior afflusso e rimango solo e stanco ma continuo a vendere saranno 51 i libri venduti a fine fiera meno dello scorso anno ma sempre comunque un ottimo risultato.

Please reload

Featured Review

Salto 2019

May 16, 2019

1/1
Please reload

Tag Cloud
Please reload

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now